La Nado, l’organismo che segue i controlli antidoping, sta valutando di radiare anche il nuotatore Filippo Magnini. La sua posizione si è aggravata dopo essere stato interrogato dal nuovo procuratore capo Pierfilippo Laviani.

Filippo Magnini è stato accusato delle doppia  doppia violazione Wada iniziale( che consiste nel consumo o tentato consumo di sostanze dopanti, articolo 2.2 e favoreggiamento, articolo 2.9). A queste due se n’è sarebbe aggiunta una terza: somministrazione o tentata somministrazione di sostanza vietata (articolo 2.8). 

Oltre al nuotatore è indagato anche l'ex collega ed ex compagno di Nazionale Michele Santucci. A lui viene contestata la violazione del solo 2.2 del codice Wada e Laviani per il suo caso ha chiesto 4 anni.La Nado, infatti, sta anche valutando la possibilità di radiare Magnini. 

Filippo Magnini e gli altri indagati saranno giudicati a settembre subito dopo l'estate dalla prima sezione del Tribunale di Nado Italia, presieduta da Adele Rando. É emersa anche la totale estraneità di Federica Pellegrini, ex fidanzata storica di Filippo.