L'astronauta siciliano Luca Parmitano, partito già una volta nel 2013, è stato proposto per tornare sulla stazione spaziale internazionale nel 2019. L'annuncio della candidatura di Parmitano è stata data dal direttore generale dell'agenzia spaziale europea (ESA), Jan Woerner, nella conferenza ministeriale dell'Esa che si chiude oggi a Lucerna, in Svizzera. La decisione definitiva, che sarà divulgata nella primavera del 2017, sarà presa dal principale forum per il coordinamento e la risoluzione delle questioni relative all'equipaggio della stazione spaziale, il Multilateral Crew Operations Panel (Mcop).

Parmitano, in seguito alla missione svolta nel 2013, era stato insignito della "Distinguished Service Medal" della Nasa, riconoscimento per il sangue freddo dimostrato durante la passeggiata spaziale che fu interrotta a causa di perdite d'acqua nel suo casco. Il presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Roberto Battiston, ha commentato così la notizia: "Luca Parmitano è un uomo ispirato che dimostra come le persone possano superare qualsiasi ostacolo. Questa seconda opportunità di volo per Luca conferma il suo alto livello di preparazione e l'importanza del ruolo italiano in Esa, l'esplorazione dello spazio e nella scienza".