Si è da poco riaperto il caso delle uova contaminate che la scorsa estate (2017) aveva portato al ritiro di massa dal mercato di milioni di uova, anche in Italia. Le autorità sanitarie hanno annunciato di avere ritirato 73.000 uova che  provengono da un allevamento biologico in Olanda. Nelle uova in questione sono stati trovati i residui del pericoloso insetticida Friponil.

Secondo l’autorità per la sicurezza alimentare olandese, infatti, nell’allevamento dal quale sono partite le uova non è stato utilizzato Fipronil di recente. Probabilmente, però, le galline hanno razzolato su un terreno ancora contaminato dall’insetticida.

Quest'ultime provengono da un allevamento biologico, ciò significa che dovrebbero passare gran parte delle giornate all’aperto. In realtà così non è stato, perchè le galline sarebbero state tenute all’interno per evitare il contagio con l’influenza aviaria. Questa malattia, infatti, è tornata a a contagiare gli allevamenti tutta Europa.