Procede la ricostruzione del nuovo viadotto Imera, sull’autostrada Palermo-Catania. Il tratto è stato chiuso nel 2015 per il crollo del vecchio ponte, che è poi stato demolito. A oggi sono stati realizzati i pali di fondazione delle due nuove pile e i pali di fondazione dei rostri di protezione delle pile.

Sono inoltre state portate a termine le operazioni di consolidamento delle due pile esistenti. Pare che i lavori stiano procedendo più velocemente del previsto, al punto che si fa sempre più concreta l’ipotesi che tutto possa ultimarsi a settembre del prossimo anno. Prima si parlava della fine dell’opera nella seconda metà del 2019.

Nuovo viadotto Imera, la storia

Gli interventi hanno avuto inizio lo scorso 15 maggio. Vennero effettuati controllo del terreno e bonifica. Adesso si sta iniziando a mettere su il nuovo viadotto Imera. L’investimento è di 11 milioni di euro. L’appalto sulla A19 è stato assegnato a due anni e 10 mesi dal crollo. Il viadotto il 10 aprile 2015 fu danneggiato da un movimento franoso, che ne rese necessaria la demolizione.

Il nuovo viadotto Imera sarà in acciaio e avrà tre campate di grande luce. Lo sviluppo complessivo sarà di 270 metri. L’appalto è stato aggiudicato mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Sono stati assegnati un massimo di 30 punti al prezzo e un massimo di 70 punti alla componente qualitativa.

La finalità era di valorizzare pienamente la qualità delle offerte. Il prossimo anno potrebbero inoltre essere tolti tutti i cantieri sull’autostrada A19 Palermo-Catania.

Il crollo del viadotto Imera ha scritto una pagina molto significativa della viabilità siciliana. Sono stati numerosi i disagi in seguito a quanto accaduto sulla A19 e le nuove notizie lasciano spazio a una positiva speranza.