La notte Bianca dell’Unesco ha regalato un momento di festa ai cittadini palermitani i quali, durante lo scorso weekend,  hanno avuto la possibilità di visitare gratuitamente, fino a mezzanotte, i monumenti dell’itinerario arabo-normanno. 

Secondo le stime degli organizzatori, oltre 40 mila persone hanno visitato i monumenti aperti dimostrando un grande entusiasmo per questa iniziativa. 

Una serie di video mapping sono stati proiettati sulle facciate di alcuni palazzi palermitani. In primis a Palazzo dei Normanni, ma anche alla Cappella Palatina. Oltre alle proiezioni esterne, che raccontavano la storia dei luoghi, è stato possibile anche visitare l’interno dei palazzi. 

Nei Giardini reali gli astronomi dell’Inaf – Osservatorio astronomico di palermo hanno messo a disposizione del pubblico due telescopi per  osservare gli ammassi stellari più brillanti. 

Inoltre è stato possibile visitare anche gli appartamenti reali, posti al primo piano, la  Sala d’Ercole. 

 

Anche il castello della Zisa, coinvolto nel tour,  è stato “travolto” da 10 mila  visitatori per assistere ad un altro videomapping, tra i giardini, dove è stata riattivata la fontana.