Un antipasto siciliano delizioso

Esiste qualcosa che la cucina siciliana non è in grado di fare? La domanda, ovviamente, è retorica, perché può dare vita a qualsiasi tipo di ricetta. Non servono certo mille ingredienti o procedimenti complessi per creare un capolavoro del gusto. A volte bastano farina, olio e poco altro. Oggi vi portiamo in provincia di Ragusa, per conoscere da vicino un antipasto delizioso: viene fritto e servito ben caldo, cosparso di origano e sale. Non indugiamo oltre con le introduzioni, ma andiamo subito al punto.

Le Mitilugghie sono in particolare legate al territorio di Acate. Sono delle focaccine basse, preparate con la semola di grano duro. Un impasto che viene fritto e mangiato caldo, quando sprigiona un delizioso aroma di origano. Ancora una volta, si tratta di una ricetta della tradizione povera siciliana. Un tempo, infatti, era buona consuetudine mettere le mani in pasta ogni giorno. Così, combinando pochissimi elementi, si dava vita a veri trionfi del gusto.

Queste focaccine siciliane vengono preparate anche in versione dolce. Si condiscono, in questo caso, con lo zucchero: possono essere una merenda genuina per i bimbi, che anche i più grandi avranno voglia di assaggiare. In versione salata, provatela anche accompagnata da salumi e formaggi. Il consiglio, però, è di prepararne davvero tante: finiranno in un baleno, perché sono buonissime!

Ricetta delle Mitilugghie

Ingredienti

  • 600 g di semola di grano duro;
  • 30 ml di olio extravergine d’oliva;
  • 1 bustina di lievito di birra;
  • 30 g di zucchero;
  • 30 g di origano;
  • 320 ml di acqua;
  • Olio di semi;
  • Sale.

Procedimento

  1. Per fare le Mitilugghie Siciliane, dovete anzitutto miscelare la farina con il lievito e lo zucchero.
  2. Unite l’olio e l’acqua, quindi iniziate a impastare.
  3. Una volta che il composto è diventato elastico, aggiungete il sale e continuate a lavorare, fino a ottenere una palla liscia e omogenea.
  4. Coprite con un canovaccio e fate lievitare per almeno un paio di ore a temperatura ambiente.
  5. Quando sarà trascorso il tempo necessario, create tante palline e stendetele sulla spianatoia infarinata, creando tanti dischi, non troppo sottili.
  6. Friggete in padella, in abbondante olio di semi ben caldo.
  7. Quando le Mitilugghie diventano dorate, scolatele e servitele con origano e sale.

Buon appetito! – Foto: LFchirpsLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati