Era da decenni impossibilitato a parlare in modo naturale a causa di una tracheotomia ma adesso, grazie ad un intervento alla trachea effettuato all'ospedale di Vimercate, questo paziente di 73 anni potrà tornare a farlo. Operata anche una donna di 70 anni, inibita nella comunicazione per vie naturali da 30 anni.

L'esito dello straordinario intervento è stato reso noto dallo staff di Franco Parmigiani, direttore del reparto di Otorinolaringoiatria dell'ospedale di Vimercate, insieme alla direzione del nosocomio.

Entrambi i pazienti – ha spiegato Parmigiani – sono arrivati all'ospedale di Vimercate per delle complicazioni dovute alla tracheotomia e in entrambi i casi l'unica soluzione per evitare i danni permanenti alla trachea toracica era la rimozione della tracheotomia stessa. Il primo paziente, un uomo di 73 anni, aveva subito una tracheotomia a 2 anni, in seguito a una difterite. Era necessario rimuovere la tracheotomia e per questo è stato necessario ricostruire una parte di laringe utilizzando cartilagine costale che, per essere sostenuta, ha richiesto uno stent provvisorio, rimosso dopo 4 mesi. Ora sono in programma piccoli interventi endoscopici con il laser per evitare inspessimenti nella rigenerazione della mucosa, ma il paziente ad oggi respira per vie naturali.

Nel caso della seconda paziente, invece, la laringe aveva avuto un normale sviluppo, ma non era funzionante: per lei, la tracheotomia aveva significato 30 anni senza poter né parlare né respirare in modo naturale. Da sei anni l'equipe medica lavora su casi simili, ma è la prima volta che parola e respiro vengono restituiti ai pazienti dopo così tanti anni.