1010Tre rapinatori hanno fermato due giovani nella zona della stazione di Palermo. Volevano l’iPhone di uno dei ragazzi. Li hanno minacciati puntando un coltello. Una delle due vittime, figlio di un ufficiale dei carabinieri, ha reagito. 

Ha sferrato un pugno ad uno degli aggressori. Una reazione inattesa che ha scatenato la furia di uno dei tre rapinatori. Con il coltello in pugno ha colpito alla schiena cinque volte il ragazzo di 17 anni.

Per fortuna quattro colpi sono stati attutiti dal giubbotto. Solo un fendente ha ferito fortunatamente non in modo grave la vittima. La lama per pochissimo non ha perforato il polmone o lesionato la colonna vertebrale.

L’aggressore ha cercato di uccidere il giovane che è stato medicato al Policlinico ed è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni. La scena sarebbe stata ripresa da alcune telecamere piazzate nella zona della stazione centrale. Indagini sono in corso per identificare gli aggressori. Il cerchio attorno a loro potrebbe chiudersi molto presto.