PALERMO – Sorpresa nel sonno con un cacciavite puntato alla gola per constringerla a consegnare soldi e gioielli. Il 25 marzo scorso fu una notte da incubo per una donna palermitana: tre uomini avevano fatto irruzione nel suo appartamento al quarto piano di un palazzo nella zona di via Libertà ed erano fuggiti con il malloppo.

Oggi è stato arrestato uno dei responsabili, riconosciuto dalla vittima in fotografia. Si tratta del pregiudicato Nunzio D'Asta, 26enne che abita nella zona del Capo, i cui complici sono tuttora ricercati. Uno dei tre quella notte si era arrampicato sulla condotta esterna del gas fino all'abitazione dell'anziana, era entrato in casa e aveva aperto la porta agli altri due malviventi, entrambi armati di cacciavite.

nunzio d asta integrale

Nonostante fosse ovviamente impaurita, la malcapitata riuscì a far credere ai rapinatori di avere fatto scattare l'allarme: si trattava in realtà dell'accensione di uno motorino domestico. A quel punto i malviventi, intimoriti, avevano lasciato parte del bottino su un lenzuolo e si erano dati alla fuga.