Dopo tre mesi di attesa si è conclusa l'intesa tra la Regione Sicilia e l'azienda Sis e Rete ferroviaria italiana per continuare i lavori relativi al passante ferroviario di Palermo. Soluzione positiva che prevede la conclusione dei lavori entro il mese di giugno per un collegamento ferroviario che porta dalla stazione Centrale all'aeroporto Falcone Borsellino,  ed essere operativo a partire dal mese di Agosto.

Soddisfazione è stata data al presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci che ha evidenziato quanto sia importante la realizzazione del tratto, essenziale per la città e per gli spostamenti di coloro che vogliono collegare le due distanze, così come nel contesto si evita lo stesso licenziamento dei lavoratori, che problemi avevano avuto negli ultimi tempi, con relativo sciopero di qualche giorno fà. Si sta lavorando anche per accelerare per ciò che rimane ancora incompiuto e parliamo di altre opere ferroviarie strategiche per la nostra Isola: le linee Bicocca-Catenanuova, Ogliastrello-Castelbuono e l’Anello di Palermo. In tal senso, il 13 giugno Musumeci incontrerà l’amministratore delegato di Rfi, Maurizio Gentile, per fare il punto e stabilire un cronoprogramma.

Anche l'assessore regionale alle infrastrutture Falcone, ha scongiurato il ripetersi dell'ennesima opera incompiuta in Sicilia con danni enormi per i cittadini, avallato dal fatto che bisogna essere contenti di unire il tutto anche nell'applicazione del contratto decennale che la Regione ha firmato con Trenitalia la scorsa settimana ove vede anche l'impiego di nuovi treni per le tratte ferroviarie siciliane.

 

Antonio David  –  ForestaliNews