PALERMO – La Guardia di Finanza ha sequestrato circa 175 mila profumi con il marchio contraffatto. Una ditta palermitana che opera nella produzione e nella vendita all'ingrosso di profumi è finita nei guai. Oltre ai profumi falsi già pronti, i finanzieri hanno trovato nei locali un macchinario per la miscelazione dei coloranti e delle fragranze, nonché contenitori, etichette, cartoncini, flaconi, adesivi e semilavorati con stampigliato il marchio contraffatto di note case di profumi quali Burberry, Calvin Klain, Dolce e Gabbana, Cavalli, Ferrari, Chanel, Ugo Boss, Ermes, Bulgari.

Inoltre sono stati rinvenuti anche dei campionari cartacei con la foto dei profumi a marchio registrato; ogni prodotto riportava un codice alfanumerico, ideato dagli addetti ai lavori, che consentiva l’associazione della fragranza realizzata nell’opificio al profumo falso da immettere in commercio. In corso ulteriori accertamenti: da un lato per scongiurare rischi per la salute, dall'altro per verificare che sia tutto in regola con il fisco. Non a caso sono stati trovati documenti che attestano la vendita di prodotti per centinaia di migliaia di euro.

A fronte di tali incassi, tuttavia, non risulta essere mai stata presentata la dichiarazione dei redditi. La titolare, una donna con precedenti specifici, è stata denunciata per produzione e immissione in consumo di prodotti con marchi mendaci, contraffazione e ricettazione.