Una lunga colonna di auto, ambulanze e forze dell’ordine bloccate, cittadini più che adirati. Questo lo scenario che si è presentato ieri mattina in via Ernesto Basile, a Palermo.

La strada è solitamente molto trafficata, soprattutto nelle ore di punta, ma ieri c’è stato un evento eccezionale che ha rallentato ulteriormente la viabilità. Quell’evento, come riportato da BlogSicilia.it, è stato un funerale, con annessi fuochi d’artificio. Gli automobilisti sono rimasti bloccati e hanno dovuto attendere il passaggio del feretro.

La notizia ha scatenato un acceso dibattito sui social. Tanti gli utenti che hanno criticato l’episodio, come chi ha scritto: “A Palermo siamo alla frutta. Indecenza barbara”.

Ancora, una donna scrive: “Palermo ha veramente raggiunto abissi di degrado inimmaginabili – scrive una donna – A causa di un funerale il traffico di via Ernesto Basile è stato bloccato per oltre un’ora, visto che il carro funebre si è piazzato proprio davanti alla chiesa all’angolo con via Re Ruggero, sulla corsia dei bus provenienti da corso Tukory.

I comuni mortali aspettano di solito sull’altra corsia. Poi ho assistito al finale: auto ed ambulanza diretta all’Ospedale civico, con lampeggianti accesi, bloccati dal fuoco d’artificio in onore del defunto, proprio accanto al fruttivendolo di via Lodato. Questi sono gesti che raccontano, molto più di un trattato di sociologia, sul perché viviamo in una città alla deriva”.

“Quando leggo queste cose – ha aggiunto una donna – mi vergogno di essere siciliana e quasi rinnego le mie origini. Poi penso all’altra faccia della Sicilia, quella più moderna ed onesta che lotta e combatte contro queste “radici nere”!

Articoli correlati