In Sicilia non mancano certo i luoghi da visitare. Al di là degli itinerari più classici, ve ne sono alcuni originali e inusuali, lontano dai circuiti di cui si parla spesso. Stiamo parlando di località affascinanti e particolari, che trasportano i visitatori in un’altra dimensione. Se siete alla ricerca di uno spunto per una gita o una vacanza al di fuori dagli schemi, ecco 5 luoghi in Sicilia che sembrano usciti da un libro di fiabe.

Il Castello Incantato di Sciacca. Conosciuto come “Giardino incantato” situato alle falde del monte Kronio a pochi chilometri dal centro di Sciacca, oggi è un museo a cielo aperto, un luogo surreale in cui è possibile ammirare un lavoro di oltre 50 anni in cui volti scolpiti affioranti dalle pietre rivelano il magico mondo del regno di sua “Eccellenza” come amava farsi chiamare il simpatico Filippo. Oggi il Castello Incantato di Filippo Bentivegna è di proprietà della Regione Siciliana ed è gestito dalla Società Cooperativa “Agorà”.

Il campo di tulipani di Blufi. Da qualche anno la zona di Blufi è diventata una meta irrinunciabile per gli amanti della natura e della fotografia, nel periodo che va da marzo a maggio. Proprio in questo periodo, infatti, il campo di fronte il Santuario della Madonna dell’Olio si infiamma grazie a una meravigliosa distesa di tulipani rossi. I fiori, a migliaia, crescono spontaneamente in cui campo coltivato a grano, in mezzo a mandorli e alberi d’ulivo. Si tratta del Tulipano precoce o Tulipano di Raddi, una varietà che resiste alle operazioni di aratura dei terreni, per via della posizione dei bulbi, che si trovano a circa 50 centimetri di profondità.

Il Castagno dei Cento Cavallli. Leggenda vuole che le sue chiome fossero talmente tanto folte da ospitare una regina con tutto il suo seguito di cavalieri (così si spiega il nome. Secondo la tradizione popolare quella regina sarebbe stata Giovanna d’Aragona per alcuni, Giovanna d’Angiò per altri. In realtà, si tratta solo di fantasia, perché Giovanna d’Angiò non sarebbe mai stata in Sicilia. Al di là dei dubbi sulle leggende, una cosa è certa. La maestosità dell’albero è reale e nel 2008 è stata riconosciuta anche dall’Unesco, che l’ha nominato “Monumento Messaggero di Pace”. E la fama è autentica.

Il labirinto di Donnafugata. A sorvegliare questo luogo affascinante è un soldato in pietra. La forma trapezioidale riprende quella inglese di Hampton Court, vicino Londra. Il Barone l’aveva, probabilmente, visto in uno dei suoi viaggi. Un tempo i muri del tracciato erano ricoperti da siepi di rose rampicanti, che impedivano di sbirciare o scavalcare le corsie. Oggi di quelle rose non c’è straccia, ma ciò non toglie che il labirinto del Castello di Donnafugata rimane uno dei più affascinanti e merita una visita.

Villa Muscianisi a Milazzo. Qui si recano in tanti, spinti dalla curiosità di capire cosa accada davvero. Secondo una leggenda, infatti, al suo interno abita un folletto. A quanto pare, alcuni anni fa, un gruppo di giovani è anche riuscito a immortalare la figura di un uomo molto basso. Anche le telecamere della trasmissione “Mistero” sono entrate dentro la villa.