0101010Non che ce ne sia molto da vantarsi, ma Palermo è riuscita ad ottenere un curioso primato a livello nazionale: il capoluogo siciliano è infatti la città più trafficata d’Italia. Palermo batte, seppur di poco, Roma. Al terzo posto Napoli, quindi Milano che, per sua fortuna, perde una posizione. È quando emerge dalla classifica redatta dal TomTom Traffic Index 2014, un’annuale e accurata analisi sulle 200 aree più “congestionate” dal traffico al mondo.

Per la cronaca l’indice di Palermo si attesta al 39% di congestione del traffico. Roma si ferma al 37%, mentre Napoli è al 28%. Ma Palermo non solo è prima a livello nazionale: ottiene anche una più che rispettabile (!) posizione nella classifica internazionale. È infatti sesta nel mondo e terza in Europa. Nel nostro continente è infatti preceduta solo da Mosca e Istanbul, che tra le altre cose hanno il primo e secondo posto assoluti. Le altre città che precedono Palermo sono Rio de Janeiro, San Paolo e Città del Messico.

Ma, a conti fatti, cosa significa questa percentuale? Nello specifico vuol dire che, per ogni ora di percorrenza nelle strade di Palermo, in media 37 minuti vengono persi incolonnati nel traffico. Insomma ogni anno l’automobilista palermitano perde ben 87 ore in coda, con tutte le conseguenze del caso.  In generale il grosso del traffico si rileva il lunedì mattina e il venerdì sera, mentre venerdì mattina e il lunedì sera non troviamo molto traffico. Secondo l’analisi il giorno più congestionato in assoluto nel 2013 è stato il 20 dicembre.

Dario lo Cascio

Strettoweb

Foto da: http://www.mobilitapalermo.org/