PALERMO – Sorpreso a rubare tra le cabine a Mondello, tenta di sfuggire alla cattura tuffandosi in acqua, ma viene bloccato e arrestato dagli agenti. A finire in manette un 22enne palermitano, R.G.F., con l'accusa di furto aggravato.

Ieri, intorno alle13, i poliziotti del commissariato Mondello stavano passeggiando per viale Regina Elena, quando hanno notato un giovane che con delle borse in mano si aggirava con fare sospetto tra le file di cabine. Gli agenti, scesi dall’auto di servizio, si sono avvicinati per effettuare un controllo. Ma a quel punto il giovane, che si è accorto del loro arrivo, ha lasciato cadere le borse e si è dato alla fuga.

Durante l’inseguimento, in un ultimo disperato tentativo, il 22enne si è tolto scarpe e maglietta e si è tuffato in acqua. Ma il tentativo non è andato a buon fine: il ragazzo è stato subito bloccato e condotto in commissariato.

Gli agenti hanno recuperato anche la refurtiva, che è stata riconsegnata ai legittimi proprietari. Il giovane, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, in attesa della direttissima.