PALERMO – Dopo cinque giorni di agonia, è morto all'ospedale Villa Sofia Nicolò Gnoffo, 18enne di Borgo Nuovo coinvolto in un terribile incidente mercoledì scorso in via Acireale. Fatale per "Nico", come lo chiamavano gli amici, il trauma cranico con emorragia cerebrale. I medici hanno fatto di tutto per salvarlo, ma le sue condizioni erano state definite disperate fin da subito.

Il giovane si trovava in sella al suo scooter non distante dall'istituto Ascione quando si è scontrato contro una Fiat 500L. L'impatto è stato violentissimo e il ragazzo è stato sbalzato battendo la testa sull'asfalto. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, divenuti bersaglio di amici e parenti del ragazzo e aggrediti per un presunto ritardo nei soccorsi.

Scene di disperazione, dal giorno del ricovero, davanti all'ospedale. La madre, i parenti, la fidanzata e i tanti amici di Nicolò non hanno mai lasciato Villa Sofia e non sono mancati momenti di tensione. Presente, per evitare che la situazione possa degenerare, anche la polizia.