Operazione anti-contrabbando da grandi numeri per la Guardia di Finanza di Palermo, che ha sequestrato, tra la fine del mese di ottobre e lo scorso fine settimana un totale di due quintali di sigarette. I rappresentanti delle Forze dell'Ordine hanno messo in atto un blitz al porto di Palermo, dove hanno fermato 10 tunisini sbarcati da una motonave: le sigarette di contrabbando erano nascoste nei cruscotti, nei sedili e persino nelle ruote delle loto automobili.

I dettagli dell'operazione anti-contrabbando

Nel corso dell'operazione anti-contrabbando gli agenti della Guardia di Finanza hanno fermato 10 tunisini, durante le operazioni di controllo di routine sui passeggeri provenienti da Tunisi, che avevano nascosto le stecche di sigarette di contrabbando dentro i bagagli e dentro le vetture. Altri controlli sono stati fatti in tutta la città: sono seguiti sequestri, un arresto per un palermitano e denunce per un palermitano e due extracomunitari.