Mercoledì 5 ottobre, alle 10.30, il Palchetto della Musica di piazza Castelnuovo, a Palermo, sarà intitolato a Giuni Russo. Diventa realtà l’omaggio alla cantante, da parte della città che le ha dato i natali.

Il Palchetto della Musica intitolato a Giuni Russo

Nel corso della cerimonia del 5 ottobre sarà scoperta una targa, intitolata alla memoria dell’artista, scomparsa 18 anni fa. Saranno presenti, tra gli altri, il sindaco Roberto Lagalla e l’assessore comunale alle Politiche culturali e alla Toponomastica, Giampiero Cannella.

Giuni Russo è nata a Palermo, nel quartiere Borgo Vecchio, ma ha poi vissuto per molti anni a Milano. Una voce unica, che ha scritto indimenticabili pagine di storia della musica italiana. Da molto tempo si parlava della necessità che fosse la città in cui è nata a renderle omaggio, cosa già fatta, ad esempio, ad Alghero (che ha dato il titolo a una delle sue hit) e a Catania.

Proprio al Palchetto della Musica, Giuni, al secolo Giuseppa Romeo, si è esibita per la prima volta da ragazzina. Adesso arriva l’intitolazione, dopo l’idea lanciata dall’associazione GiuniRussoArte, presieduta da Maria Antonietta Sisini, compagna di vita e produttrice della cantante, e la petizione di PalermoToday.

Non è stato un percorso facile, quello verso l’omaggio a questa grande cantante palermitana. Ci sono state battute d’arresto ma, adesso, il ricordo diverrà ancora più forte, con la targa al Palchetto della Musica. Un risultato in cui è stato importante il contributo dell’assessorato ai Beni Culturali e dell’assessore Alberto Samonà.

L’assessorato ha, in passato, sollecitato più volte la Sovrintendenza (il Palchetto è un bene tutelato) e ora ha deciso di sostenere i costi per realizzare materialmente la targa.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati