Giorgio-Ciaccio-300x175Potenziare la vigilanza a Palermo, soprattutto nelle ore serali e notturne”. L’ appello e’ del deputato all’Assemblea regionale siciliana del Movimento 5 Stelle, Giorgio Ciaccio, che ieri a tarda sera e’ stato aggredito nella zona di piazza Borsa, a Palermo, da due ragazzi. Dopo la colluttazione, durante la quale il deputato ha riportato alcune ferite al volto, a Ciaccio e’ stato sottratto il cellulare. L’episodio e’ stato denunciato oggi alla Polizia. ”L’aumento delle aggressioni e degli episodi di criminalita‘ – afferma Ciaccio – e’ sotto gli occhi di tutti e mi e’ stato confermato dagli agenti, ai quali ho sporto denuncia. E’ inaccettabile che si debba avere il timore di girare liberamente per la propria citta’ senza la paura di imboscate ed aggressioni. Le forze dell’ordine, cui va tutta la nostra stima, devono aumentare i controlli, ma per farlo devono essere messe nelle condizioni di farlo. E ora non lo sono, visto che le somme a loro destinate vengono sistematicamente ridotte, depotenziandole e mortificandole”. ”Non vorrei, comunque – aggiunge Ciaccio – che dietro l’aggressione ci fosse anche qualcos’altro, oltre alla ricerca di un facile bottino”. Il riferimento di Ciaccio e’ alla propria attivita’ parlamentare. Proprio ieri il deputato aveva denunciato le ”oscure manovre” attorno al personale di Sicilia e-Servizi, la compartecipata della Regione ”che – aveva dichiarato il deputato – potrebbe essere utilizzata come testa d’ariete per assumere alla Regione”.

Ilaria Calabrò