Un paziente è andato in escandescenze al pronto soccorso dell'ospedale di Villa Sofia, a Palermo, ed ha aggredito il medico che lo aveva già visitato. L'episodio è accaduto domenica mattina, intorno alle ore 11. L'uomo, che stava attendendo nella sala di osservazione breve in seguito alla visita, ha ribaltato la scrivania, distrutto il computer del medico e gli si è scagliato contro, procurandogli ferite e contusioni.

Dieci i giorni di prognosi per il dottore, mentre l'aggressore è stato ricoverato nel reparto di Psichiatria. Per calmarlo è stato necessario l'intervento di un vigilante della Ksm, in servizio nell'area di emergenza, e di altri medici. Non si tratterebbe di un episodio isolato secondo i medici, che hanno chiesto aiuto al prefetto. A differenza dell'ospedale Civico, quello di Villa Sofia non ha un presidio fisso delle forze dell'ordine.

Gli operatori sanitari hanno chiesto al manager Gervasio Veruti un potenziamento della vigilanza e la riattivazione della postazione dei carabinieri, presente fino a qualche anno fa, ma poi abolita.