Una sorta di crociata pacifica contro dei cittadini incivili. Ieri lo sdegno serpeggiava a Palermo per le pensiline del tram imbrattate in via Pecori Giraldi, allo Sperone, come testimonia in maniera inequivocabile la foto di Mobilita Palermo. Insulti ed epiteti irripetibili all'indirizzo degli sconosciuti autori dell'opera di vandalismo.

Il problema, però, è già stato risolto. Non per la solerzia delle istituzioni, ma per la buona volontà di tre palermitani, Marco D’Amico, Giuseppe Silvestri e Valeria Piazza. Armati di guanti, pezze e diluente, i tre hanno ripulito la pensilina del tram per poi lanciare un messaggio alla collettività: 

Stanchi di chi vandalizza la nostra città ma soprattutto di chi sa solo lamentarsi e rimanere a guardare, ci riprendiamo Palermo a colpi di spugna.