Epilogo molto violento per una lite scoppiata a Palermo per motivi di gelosia nei pressi della stazione centrale. Un uomo di 47 anni, palermitano, ha aggredito con un coltello un tunisino di 31 anni, tagliandogli il lobo. A suscitare la violenta reazione sarebbero stati alcuni sguardi, a quanto pare insistenti, rivolti alla moglie del 47enne.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il palermitano ha preso un coltello e ha raggiunto il rivale tunisino, posteggiatore abusivo. La vittima, con il lobo mozzato, ha iniziato a urlare per il dolore, attirando l'attenzione dei passanti. Sono intervenute sul posto alcune pattuglie e il 118. Gli agenti hanno identificato l'aggressore, denunciato a piede libero.