PARTINICO (PALERMO) – Pugni alla madre per avere soldi, nell'ordine dei 15-20 euro al giorno. Non le avrebbe risparmiato neppure gli insulti, convinto che la donna ricevesse un amante in casa quando il padre era fuori. Stamattina, però, il gup Nicola Aiello ha deciso di assolvere l’uomo, Giuseppe Mirto, 51enne di Partinico, in provincia di Palermo, perché risultato incapace di intendere e di volere al momento dei fatti. L’imputato, secondo una perizia, sarebbe stato infatti affetto da una sindrome bipolare.

La vicenda, come denunciata dalla madre dell’imputato che rispondeva di estorsione, maltrattamenti e percosse, risalirebbe al 2010. Il giudice, come richiesto dalla Procura, ha comunque inflitto una misura di sicurezza all’uomo, che dovrà così trascorrere un periodo in una Rems, le nuove strutture che hanno sostituito gli ospedali giudiziari.