Quando riesco a passare qualche giorno nella mia casa di campagna, ed è stagione, la prima cosa che faccio, appena arrivata, perlustrare le siepi di asparagi selvatici e raccoglierli. 
Era una prerogativa di mio padre, finchè è stato con noi….
Li raccoglieva, li legava a mazzetto e livellava i gambi e poi…li offriva a mia madre, come il piu' bello dei bouchet, perchè fossero trasformati in pietanze profumate.
Adesso lo faccio io e, ogni volta che scorgo le tenere foglioline, non ancora dischiuse, degli asparagi che fanno capolino dai cespugli bassi e di colore verde scuro, penso a mio padre ed è come se lui fosse lì.
Oggi vi racconto il condimento per un meraviglioso primo piatto profumatissimo, leggero e anche bello da vedere.


Ingredienti per 4 persone:

– 200 gr. asparagi selvatici  o 400 gr. asparagi bianchi
– 300 gr. ricotta fresca
– 1 cucchiaio prezzemolo fresco tritato
– 1 peperoncino
– olio d'oliva
– 1 spicchio d'aglio tritato finissimo
– 1\2 kg di pasta corta

Procedimento:

– lavare gli asparagi e spezzettarli
– preparare un soffritto con l'aglio, l'olio e il peperoncino
–  aggiungere gli asparagi e rosolare a fuoco bassissimo
– mettere il coperchio e cuocere per 5 minuti
– frullare gli asparagi cotti
– lessare la pasta al dente
– rimettere nella pentola e aggiungere la ricotta
– stemperare il condimento  con un pò d'acqua di cottura della pasta
– scolare la pasta  e padellarla per 1 minuto con il condimento
– servire cosparsa di prezzemolo fresco