Importante patrocinio del Concorso

Patrocinio dell’UNESCO al Concorso 

“Il Parnaso – Premio Angelo La Vecchia”

Il riconoscimento si aggiunge ad altre adesioni tra le quali quella di WIKIPOESIA

 

Gli immortali del Parnaso possono esserne fieri. Da qui si fa la storia! E, “parnasianamente” possiamo anche affermare che “si fa la geografia”… considerate le adesioni internazionali che continuano ad arrivare al Concorso del “Parnaso – Premio Angelo La Vecchia”. 

L’UNESCO, informato sulla iniziativa che parte dalla terra di Canicattì, ha dato il suo prestigioso patrocinio al Concorso che si aggiungerà a quello del Ministero della Cultura Italiano e del Ministero della Cultura del Daghestan.

Un Concorso “Patrimonio dell’Umanità”? “Il nostro Concorso non è una grande kermesse di alta letteratura… -ripete con umiltà il prof. Calogero La Vecchia, direttore artistico del Concorso- “diffondiamo la cultura della poesia e la utilizziamo quale lingua di pace, legame naturale tra i popoli”. L’UNESCO ha certamente compreso lo spirito dell’organizzazione del Concorso che anno dopo anno è diventato un punto di riferimento per la passione poetica. “Certamente è una poesia per tutti. Una poesia che nasce dalla semplicità del sentire umano. Nel nostro Concorso partecipano poeti a 360 gradi. Per noi è bello così. Poeti molto bravi e con un bagaglio personale importante assieme ad appassionati che scrivono versi sinceri ma senza pretese.” Il direttore artistico evidenzia con molta emozione il coinvolgimento che si diffonde anno dopo anno. Un coinvolgimento che, per dirla con le sue parole “è più grande di noi”.

L’edizione in corso ha già avuto il patrocinio del portale WIKIPOESIA che si sta imponendo sempre più nel mondo quale “diffusore” di cultura poetica.

Il Concorso, nella edizione 2020 ha visto la partecipazione di oltre 500 poeti che hanno partecipato alle varie sezioni, alcune delle quali con paesi stranieri (Macedonia, Crimea, Daghestan..). Altre nazioni chiedono di inserirsi in questo concorso con sezioni specifiche e si stanno vagliando richieste che provengono dalla Cina e da altri paesi. Tutto questo però necessita di un aiuto e di una organizzazione più “partecipata” e la direzione del Concorso vuole andare con i piedi di piombo e costruire non una delle tante meteore pseudoculturali ma una realtà culturale stabile e solida. Come il Parnaso Canicattinese che, come la poesia, è immortale.

“Abbiamo l’aiuto dell’ass. cult. Athena e l’incoraggiamento del Comune che si è messo sempre a disposizione nella organizzazione della manifestazione finale”. Intanto la sesta edizione è già in itinere e tutti possono partecipare inviando la propria poesia alla pagina facebook www.facebook.com/concorsoparnaso .