Dopo il Carnevale, che ha avuto ieri il suo giorno clou nel Martedì grasso (l'ultimo giorno di carnevale, appunto – vigilia delle Ceneri -, in cui si può mangiare "di grasso"), oggi si celebra il Mercoledì delle ceneri ovvero il giorno in cui inizia la Quaresima. Esso cade quaranta giorni prima del Venerdì Santo. Il nome ufficiale del Mercoledì delle Ceneri è “Il Giorno delle Ceneri”. Il motivo per cui si definisce così è che cade sempre quarantasei giorni prima della Domenica di Pasqua, il che significa che sarà sempre un Mercoledì. La Bibbia non parla del Mercoledì delle Ceneri, nè della Quaresima.

La parola "ceneri" richiama in modo specifico la funzione liturgica che caratterizza il primo giorno di quaresima, durante la quale il celebrante sparge un pizzico di cenere benedetta sul capo o sulla fronte dei fedeli per ricordare loro la caducità della vita terrena e per spronarli all'impegno penitenziale della Quaresima. Per questo il rito dell'imposizione delle ceneri prevede anche la pronuncia di una formula di ammonimento, scelta fra la tradizionale «Ricordati che sei polvere e in polvere ritornerai» o la più recente «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1,15), introdotta dalla riforma liturgica seguita al Concilio Vaticano II con riferimento all'inizio della predicazione di Gesù. La cenere, nella liturgia biblica, è anche il segno esterno di colui che si pente del proprio agire malvagio e decide di compiere un cammino verso il Signore.

La Quaresima è un periodo in cui peccati e cattive abitudini dovrebbero essere abbandonate. Il Mercoledì delle Ceneri è il primo giorno di questo periodo di pentimento. La Bibbia contiene molti esempi di persone che utilizzavano la cenere come simbolo di pentimento e di lutto. Secondo la tradizione il simbolo della croce è rappresentato dalla cenere. Per questo motivo la cenere viene messa sulla fronte delle persone che si identificano con Gesù Cristo.

Cosa dovrebbe fare un Cristiano il Mercoledì delle ceneri? Il Mercoledì Santo e la Quaresima sono rispettati dalla maggior parte dei Cattolici, degli ortodossi e da alcune denominazioni di Protestanti. Dato che la Bibbia non comanda né condanna questa pratica, i credenti son liberi di seguirla o meno. Se un Cristiano decide di rispettare il Mercoledì delle Ceneri è importante che lo faccia in una prospettiva biblica. Per prima cosa astenendosi dalle attività peccaminose, anche se è qualcosa che un credente dovrebbe fare comunque ogni giorno, non solo durante la Quaresima. Non è biblico credere che Dio ci benedirà perché seguiamo un rito.