Attenzione al ragno violino: è piccolo e somiglia a quelli che vediamo normalmente nelle nostre cose, ma è velenoso e il suo morso può essere molto pericoloso. 

Di norma non è aggressivo e morde più che altro se calpestato o disturbato: "È un ragnetto eremita, che se ne sta in disparte scegliendo posti in cui può nascondersi, come le scarpe – spiega all'Adnkronos Fabrizio Pregliasco, virologo dell'Università degli Studi di Milano – è possibile anche trovarlo nei cassetti della biancheria".

Il suo morso "che porta prurito, bruciore, formicolio e arrossamento in genere nell'arco dei primi 2-3 giorni dalla puntura". Il problema sorge perché il ragno violino "può veicolare batteri anaerobi che possono provocare danni alla cute, danni muscolari, renali fino a emorragie – spiega Pregliasco -. È importante recarsi subito al Pronto Soccorso che allerterà il Centro antiveleni. Nel caso in cui sia possibile, l'ideale è conservare l'animaletto e portarlo con sé in ospedale".

Riconoscere il ragno violino è facile: è abbastanza piccolo, di circa 7mm, e di colore giallo-marrone. Le zampe sono lunghe, sottili e ricoperte di peli. Ha sei occhi raggruppati in tre coppie, a differenza della maggior parte dei ragni, che ne ha otto.