Continuano gli avvistamenti vip in Sicilia, ma stavolta le vacanze estive non c'entrano. Alcuni fortunati, ieri, hanno beccato in giro per Palermo Pierfrancesco Favino: l'attore è stato in città in attesa di girare il film "Il Traditore" di Marco Bellocchio, che lo vedrà vestire i panni di Tommaso Buscetta. Favino è stato fermato dai fan in via Alloro, in corso Vittorio Emanuele e alla Vucciria: in tanti ne hanno approfittatoper chiedere una foto ricordo.

La troupe, nella giornata di oggi, si è spostata a Butera, per girare alcune scene al castello di Falconara, che è stato trasformato nella casa del boss Stefano Bontade. Prima di arrivare sul set, attori e regista hanno fatto tappa al ristorante L'Oste e il Sacrestano, a Licata, dello chef Peppe Bonsignore. Pierfrancesco Favino ha scelto pasta con i ricci e spigola croccante.

A proposito del film Il Traditore

Il film "Il Traditore" è ambientato nella Sicilia degli anni Ottanta. Si tratta di una pellicolavendette e tradimenti su Tommaso Buscetta, “boss dei due mondi”. La storia inizia con il carismatico personaggio di Cosa Nostra braccato in Brasile dai “corleonesi” di Riina e passa attraverso l’amicizia con il giudice Giovanni Falcone e la testimonianza al maxiprocesso che mise in ginocchio l’organizzazione mafiosa per concludersi, dopo le accuse al processo Andreotti, con la sua scomparsa nel 2000 a Miami, dove Buscetta morì per malattia e non per mano della mafia.

In riferimento al titolo scelto per il film, il regista Marco Bellocchio ha spiegato a Corriere.it: «È un tema che mi appartiene. Io sono un traditore. Ho rinnegato le mie origini borghesi, la mia educazione cattolica fin da I pugni in tasca. Ho voltato le spalle alla sinistra ufficiale e militato nelle formazioni maoiste. Ho abiurato Freud per Fagioli. Tradimenti “nobili”. Tradire non è sempre un’infamia, può essere un scelta difficile, coraggiosa».