freddo-recordNei prossimi giorni e in modo particolare tragiovedì 19 e venerdì 20 dicembre, dopo un lungo periodo stabile e anticiclonico, tornerà un po’ di maltempo al nord Italia con piogge e nevicate a bassa quota in modo particolare al nord/ovest, ma intanto al Sud avremo due/tre giorni con temperature minime molto molto basse, ben al di sotto rispetto alle medie del periodo, a causa dell’inversione termica. Infatti nelle ore serali e notturne i cieli rimarranno completamente sgomberi da ogni tipo di nube, come già si sta verificando in queste ore, e complice l’assenza totale di vento, ci saranno le condizioni ideali per un netto calo termico che porterà ad avere temperature minime davvero molto fredde al primo mattino.
Già stamani le minime sono state decisamente basse (tra le altre, da segnalare appena +3°C a Catania e +6°C a Reggio Calabria), ma anche adesso dopo il tramonto il calo termico è rapidissimo e pur essendo ancora nel pomeriggio, si rilevano appena+4°C a Cosenza, +5°C ad Ancona, Grazzanise e Pescara, +6°C a Lecce e +7°C a Ragusa, Amendola e Lamezia Terme, valori decisamente bassi per quest’orario in località che verosimilmente domattina precipiteranno sottozero nonostante parliamo di località situate su coste o in valli e pianure. Le temperature minime più fredde, però non saranno quelle di domani, mercoledì 18 dicembre, ma quelle di dopodomani, giovedì 19, quando i cieli saranno ancora più sgomberi da nubi e i venti ancora più calmi, con ampie gelate nelle zone interne fino a valle.

Peppe Caridi