ImmagineIl Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: un nuovo impulso di aria instabile dalla penisola balcanica si muove velocemente verso le regioni centro-meridionali italiane, intensificando le attuali condizioni di instabilita’ atmosferica che ancora insistono sull’area jonica; al nord prevalgono invece condizioni di tempo stabile e soleggiato. Tempo previsto fino alle 24 di oggiNord: cielo sereno salvo temporanei annuvolamenti per nubi medio-alte stratiformi in veloce transito al mattino ed in rapido successivo dissolvimento. Centro e Sardegna: annuvolamenti per nubi medio-alte stratiformi interesseranno le regioni centrali al mattino, in veloce estensione alla Sardegna, lasciando il posto ad ampie schiarite mentre annuvolamenti piu’ compatti interesseranno rapidamente l’Abruzzo e le Marche meridionali con associate precipitazioni che diverranno localmente temporalesche, nevose sui rilievi a quote superiori ai 1200 metri; i fenomeni si estenderanno temporaneamente tra la tarda mattina ed il primo pomeriggio anche sul Lazio meridionale e successivamente sulla Sardegna orientale.
02Sud e Sicilia: annuvolamenti irregolari insisteranno tra Puglia meridionale, Calabria e Sicilia con associati locali rovesci anche temporaleschi mentre maggiori schiarite, seppur temporanee, prevarranno sulle rimanenti regioni; nel corso della giornata fara’ seguito un nuovo rapido aumento della nuvolosita’ con fenomeni in prevalenza temporaleschi che si estenderanno dalle coste adriatiche a quelle tirreniche con nevicate sui rilievi a quote superiori ai 1200 metri; tendenza dalla sera ad una generale attenuazione della nuvolosita’ e fenomeni ad iniziare dal Molise e Puglia.Temperature: in generale diminuzione specie sulle regioni centrali adriatiche ed al sud. Venti: moderati nord-orientali al centro-sud, tendenti a rinforzare; deboli nord-orientali al nord con locali rinforzi sulla Liguria e coste adriatiche. Mari: molto mossi il Tirreno centro-meridionale, lo Stretto di Sicilia, il medio ed alto Adriatico, localmente agitato lo Jonio; poco mossi o mossi tutti i rimanenti mari.

03Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica leprevisioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, domenica 9 marzo.Nord: una giornata soleggiata su tutto il settentrione, con al piu’ locali foschie nelle prime ore del giorno sul bacino del Po e poche nubi in piu’ sulla fascia pedemontana di Piemonte e Lombardia e a ridosso dell’appennino romagnolo. Nuvolosita’ scarsa o assente anche dopo il tramonto. Centro e Sardegna: nuvolosita’ variabile sulla Sardegna orientale al mattino e sul settore piu’ meridionale nel corso del pomeriggio, con qualche isolato rovescio; in prevalenza soleggiato sulla fascia orientale dell’isola. Ad esclusione di qualche sporadico annullamento sull’alta Toscana, sulla Maremma e sul basso Lazio, il tempo sara’ stabile e soleggiato sulle regioni tirreniche. Nuvolosita’ piu’ diffusa e compatta sulle regioni adriatiche e sull’Umbria orientale, con schiarite piu’ decise pero’ sulle coste marchigiane. Piogge per lo piu’ isolate solo sull’Abruzzo, specie nell’entroterra, con possibilita’ di deboli nevicate oltre i 1000 metri di quota.
04Sud e Sicilia: nuvolosita’ diffusa sul meridione, al mattino specialmente sulla Sicilia e sulla Calabria, con il resto del sud che vedra’ invece qualche apertura; poi, nel pomeriggio, le nubi torneranno ad intensificarsi anche su Molise, Puglia, Basilicata e entroterra campano. Rovesci sparsi e isolati temporali sulla Sicilia e sul settore jonico della Calabria; precipitazioni isolate in area appenninica, specie sui versanti orientali dei rilievi, con deboli nevicate sui 1000-1200 metri di quota. Temperature: minime in lieve diminuzione sulle Venezie e per lo piu’ stazionarie sul resto del paese. Massime in genere senza variazioni importanti, salvo lieve diminuzione sulla Sardegna. Venti: deboli variabili al nord, salvo moderati rinforzi da nord-est lungo le coste dell’alto Adriatico e sulla Liguria centrale. Moderati nord-orientali sul resto del paese, con rinforzi sulle coste toscane, sulla Campania, lungo le coste del medio e basso Adriatico e sui settori jonici di Calabria e Sicilia. Mari: poco mossi il Mar Ligure e il Tirreno sottocosta. Mossi o molto mossi tutti gli altri mari, con aumento del moto ondoso sul medio e basso Adriatico nel pomeriggio-sera.