L’inizio del mese di dicembre sarà all’insegna del maltempo. Già da venerdì 30 novembre una perturbazione atlantica si avvicinerà all’Italia e farà sentire i primi effetti di un graduale cambiamento del tempo, che riguarderà diverse regioni.

Sabato 1 dicembre ci sarà una moderata instabilità sulle estreme regioni meridionali, con piogge su Puglia, Sicilia e Calabria. Fenomeni più deboli e sparsi saranno possibili sulle coste della Sardegna e su quelle di Abruzzo e Molise.

Domenica 2 dicembre le precipitazioni continueranno sulla Puglia, sulla Basilicata, sulla Calabria, sulla Sicilia Ionica e non si escludono dei fenomeni anche violenti sulle aree ioniche calabresi. Il cielo sarà irregolarmente nuvoloso sul resto del territorio nazionale, ma con tempo generalmente più stabile.

Entro la serata saranno possibili rovesci sui monti del Nord. Le temperature torneranno a salire, dopo il brusco calo di metà settimana, atteso a causa dell’ingresso dei forti venti di Bora e Tramontana. I valori termici saliranno di qualche grado sia nei valori minimi che in quelli massini, che potranno toccare anche i 17°C al Sud.