Il maltempo non accenna a mollare la presa sulla Sicilia e su tutta l’Italia. Nuova allerta meteo da parte della Protezione Civile. Un’ampia depressione continua ad essere presente sull’Italia, determinando anche per la giornata di oggi, mercoledì 28 novembre, la persistenza di condizioni di instabilità. Questa insisterà sulle regioni meridionali, in particolare su Puglia e Sicilia, accompagnata da venti forti, in prevalenza dai quadranti settentrionali, che investiranno buona parte delle regioni centrali peninsulari e quelle meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri.

Allerta meteo gialla sulla Sicilia

L’avviso prevede venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali su Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo e Molise e, dal primo mattino di oggi, mercoledì 28 novembre, venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali, con raffiche fino a burrasca forte, su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.

Per tutte le regioni si prevedono mareggiate lungo le coste esposte. L’avviso prevede, inoltre, dal primo mattino di mercoledì, il persistere di precipitazioni, da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Puglia e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, è stata valutata allerta gialla in Abruzzo, in Puglia, nell’estremo settore della Calabria, in gran parte della Sardegna, nei settori settentrionali della Sicilia. Permangono, infine, le allerte gialle sui settori centro-settentrionali del Veneto per le frane del Tessina in comune di Chies d’Alpago (BL) e della Busa del Cristo a Perarolo di Cadore (BL) che si sono riattivate dopo le precipitazioni delle ultime settimane.