Immagine        Proverbio deriva dal latino proverbium ed è un modo per dare consigli, frutto di esperienze, esprimendoli spesso in rima e sotto forma di massime o metafore. Si dice: “Paese che vai usanze che trovi”. Ma questo detto ben calza anche per i proverbi; e per paese in questo caso non si intende solamente una nazione od una regione ma spesso anche il piccolo centro di provincia che in virtù delle proprie abitudini e della propria cultura ne produce a proprio uso e consumo. Eccoci quindi ad aprile; mese interlocutorio in cui è possibile godere di giornate calde e soleggiate, ma che può anche riservarci residue piogge o basse temperature. Anche i proverbi quindi, come leggerete di seguito, ne mettono in risalto questo aspetto.

 

Aprili nun livari e nun mittiri

Aprili fa li ciuri e maju nn’avi l’onuri

Alivu ciurutu d’aprili inchi li giarri e li varrili

Aprili chiuvusu annu fruttusu

Si chiovi d’aprili la pecura riri

Aprili apriliddu, un ghiornu cauru e n’autru friddu

Aprili un ghiornu chianci e n’autru riri

Si racina voi manciari d’aprili vigna nun putari

Cacocciuli d’aprili sunnu i megghiu di manciari

Quantu vali n’acqua d’aprili un ci vali u bastimentu cu tutti li vili

I trona d’aprili inchinu u varrili