Con l’arrivo dell’autunno, il maltempo inizia fare capolino più spesso. Le giornate piovose diventano più frequenti e bisogna convivere con tante giornate di pioggia. Per affrontare meglio le giornate uggiose, oggi abbiamo pensato di fare affidamento sulla saggezza popolare e sui proverbi siciliani.

Come abbiamo già visto in più occasioni, i detti della tradizione contengono spesso piccole verità e consigli per la vita di tutti i giorni. Ecco, dunque, i migliori proverbi siciliani su pioggia e maltempo.

Proverbi siciliani sul maltempo

  • Quannu è annuvulatu a la marina pigghiti ‘u saccu, và e macina. Quannu è annuvulatu a la montagna, pigghiti ‘a zappa, và e guadagna
    Se le nuvole arrivano dal mare, non andare al lavoro perché pioverà. Se arrivano nubi dalla montagna vai al lavoro, non pioverà.
  • A quattru cosi non tiniri fidi: suli di ‘nvernu, nuvola di stati, amuri di donna e carità di frati
    Di quattro cose non ti devi fidare: sole d’inverno, nubi d’estate, l’amore di donna, e carità dai fratelli.
  • Celu picurinu, si non chiovi oggi chiovi a’ matinu
    Cielo a pecorelle, se non piove oggi piove domani.
  • Signuruzzu chiuviti chiuviti, ca l’arbuliddi su morti di siti e facitini una bona, senza lampi e senza trona
    Dio fai piovere, ché gli alberi hanno sete, ma evita lampi e tuoni.
  • Pi “tutti i santi” a nivi e canti canti
    Per la Festa di tutti i Santi la neve nelle strade.
  • Bon tempu e malu tempu, non dura tuttu ‘u tempu
    Sia il cattivo che il buon tempo non durano per sempre.
  • Diu manna ‘u friddu secunnu ‘i propri panni
    Dio manda il freddo a seconda dei propri vestiti.
  • Pì San Francesco nesci lu caudu e trasi lu friscu
    Per San Francesco se ne va il caldo e arriva il fresco.
  • Jnnaru siccu, massaru riccu, quannu Dicembri lassa ‘u lippu’
    Gennaio senza pioggia è positivo quando Dicembre è stato piovoso da lasciare l’umido.
  • Ariu nettu non ha paura di tronu
    Chi ha la coscienza a posto non ha paura di niente.
  • Marzu chiovi chiovi, Aprili cchiù di cchiù, ‘nta Maggio una bona pi livari li risini
    A marzo piove, ad aprile di più, a maggio solo piccole gocce.