Nel corso delle operazioni di polizia per il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti a Catania, sono stati arrestati due pusher, Massimo Grasso, 22 anni, e Giuseppe Fichera, 23 anni.

Grasso è stato individuato durante la maxi-operazione Polaris che il 10 novembre scorso ha portato all'arresto di 29 persone. Il ragazzo, che ha continuato a presidiare la piazza di spaccio di via Stella Polare, è stato messo in manette domenica scorsa. Il 22enne avrebbe nascosto un tubetto con la cocaina, con all'interno un magnete, sotto un cassonetto dei rifiuti, prelendo di volta in volta le dosi da rivendere. Quando è stato fermato gli inquirenti hanno rinvenuto 15 dosi della sostanza stupefacente e 20 euro in contanti, probabile incasso dalla vendita della droga. Il ragazzo è stato ammesso al processo per direttissima ieri mattina ed è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Il 23enne Fichera è stato invece arrestato nella piazza di spaccio di via Capo Passero, dove i militari del nucleo operativo lo hanno bloccato mentre era in collegamento radio con la vedetta. Le forze dell'ordine lo hanno perquisito trovandolo in possesso di una ricetrasmittente, 38 dosi di cocaina e 80 euro in contanti. Anche per Fichera, dopo il sequestro, si sono aperte le porte del carcere di Catania.