325fc9e8e2cedff2d839fc0891819a7aAvrebbe preso la rincorsa prima di cadere nel vuoto il quindicenne catanese morto la notte scorsa cadendo da una nave della Grimaldi Lines ormeggiata al porto di Barcellona, in Spagna. Molte testimonianze raccolte dalle forze dell’ordine sembrano concordare con questa versione. Il ragazzo, originario della provincia di Catania, partecipava alla crociera-stage “Amare leggere”, era rientrato a tarda notte da un’escursione. L’episodio sarebbe avvenuto infatti intorno alle 2.30.

Secondo i testimoni il ragazzo ”improvvisamente ha preso la rincorsa e si è lanciato contro la ringhiera della nave superandola e perdendo l’equilibrio. È così caduto in mare nello spazio tra la nave il molo. Subito sono intervenuti i sommozzatori e in poco tempo hanno recuperato il corpo”.

La polizia spagnola sta interrogando i ragazzi con l’assistenza di alcuni psicologi. C’erano infatti diversi compagni del quindicenne presenti al momento dell’incidente. Forse, come anticipato dal sindaco di San Giovanni La Punta, il paese dal quale il giovane proveniva, i ragazzi si stavano divertendo sul ponte e quindi potrebbe essersi trattato di un gioco finito male.

Dario Lo Cascio

StrettoWeb