fino al 9 settembre arte e spettacolo nell’antica dimora nobiliare di Ragusa

 

Una serata di spettacolo in grande stile, una kermesse che ha coniugato arte, musica, spettacolo. Ha aperto i battenti “Le Notti al Castello di Donnafugata”, manifestazione di spettacoli itineranti che si snoderanno, fino al 9 settembre all’interno nella sontuosa dimora nobiliare di fine Ottocento che domina le campagne del ragusano: musica classica, musica folk, danza, teatro e arte si alterneranno e si incroceranno all’interno dei vari cortili del castello, offrendo agli spettatori tanti momenti di spettacolo.

La prima serata, il 27 agosto, è stata aperta dall’organizzatore, Amedeo Fusco. Con lui, anche l’assessore al Bilancio, Turismo e Spettacoli del comune di Ragusa, Raimonda Salamone.

Nella serata inaugurale, si sono esibiti alcuni degli artisti che animeranno gli spettacoli delle serate successive: il trombettista Pietro Giunta,il baritono Adriano Gulino, il soprano Barbara Linguanti, accompagnati dal pianista Fabrizio Arestia, che è anche il direttore artistico musicale della manifestazione. Con loro anche il Sonora Duo Artist, per la sessione classica, il “Duo Coppola” per la sezione folk, la direttrice della sezione danza, Gabriella Aprile ed il cuntastorie Giovanni Virgadavola, che sarà una presenza costante nelle “Notti al Castello di Donnafugata”. Ospite della prima serata: il tenore Dario Adamo.

La seconda serata ha ospitato ancora il “Duo Coppola” ed il “Sonora Duo Artist” e le ballerine della scuola di danza “Arte Mia” di Ragusa, diretta da Anna Guastella. Per loro, ben due esibizioni che hanno incantato il pubblico presente.

Gli spettacoli, inseriti nel contesto del Castello, quasi come un susseguirsi di momenti artistici nelle varie sale, hanno impresso un timbro particolare alla kermesse che permette allo spettatore di immergersi in un’atmosfera d’altri tempi, quasi magica. A fare da trait d’union tra i vari momenti artistici è proprio Amedeo Fusco, nei panni del “padrone di casa”. Più che un presentatore Fusco, abbigliato con originali costumi d’epoca, è colui che accoglie e guida i visitatori all’interno della sua casa di arte e spettacolo. Entusiasti i partecipanti che, a fine serata, ringraziano e salutano il “padrone di casa”.

“Notti al Castello di Donnafugata” proseguirà, nei prossimi giorni, con la musica classica di Giuseppina Torre, Adriano Gulino, Pietro Giunta, la Corale Polifonica "Libere Armonie" di Rosolini, il Coro "Jubilate Gentes" di Vittoria. La sezione “musica folk”, vedrà le esibizioni di Fiammetta Poidomani con Massimiliano Sammito, di Barbara Linguanti con Francesco Vitale, che si terranno nel cortile popolare del Castello. Nel cortile nobile saranno ospitati gli spettacoli di danza. Si esibiranno: Centro DanzAria diretta da Terry D'antoni e la scuola di danza “Mila Plavsic” di Ragusa, diretta da Vladan Jovanovic e Rita Gurrieri. Ospite della serata conclusiva, il 9 settembre, sarà la pianista Giuseppina Torre, che si è già presentata al pubblico nella serata di ieri.

 Per tutta la durata dell’evento resterà aperta una collettiva d’arte con ventisette opere di altrettanti artisti iblei: Arturo Barbante, Carlo Battaglia, Gianni Bellassai Ph, Emanuele Bellio, Carmelo Carrubba, Annalisa Cavallo (autrice dell'opera riprodotta nel manifesto dell'evento), Sergio Cimbali, Angelo Criscione Crian, Vincenzo Daragusa, Salvatore Denaro, Mariagrazia Diquattro, Manuela Distefano, Salvo Distefano, Ivo D'Orazio, Franco Filetti, Salvatore Licitra, Pietro Maltese, Angelo Mangione, Lucio Morando, Andrea Nania, Beatrice Nicosia, Maria Occhipinti, Silvana Occhipinti, Barbara Puglisi, Giovanna Roccuzzo, Adriana Schembari, Pamela Siciliano, Agostino Viviani.

“Sono felicissimo per questi due momenti inaugurali – ha detto Amedeo Fusco – Tengo molto a questa rassegna che avevo organizzato fino a quattro anni fa. Poi era stata sospesa. Oggi, grazie al sostegno dell’amministrazione, torniamo a portare la musica e l’arte all’interno del castello, offrendo agli spettatori la possibilità di assaporare momenti di musica, spettacolo e arte in una location particolarissimo: sarà questo il leit motiv di tutta la manifestazione”. L’assessore Raimonda Salamone, ha portato il saluto dell’amministrazione di Ragusa, che ha concesso il patrocinio alla manifestazione: “L’amministrazione è particolarmente vicina a “Notti al castello” manifestazione che ha come obiettivo la valorizzazione dei talenti iblei, nei vari campi: musica classica, musica popolare, musica folk. Momenti come questo ci permettono di comprendere quale grande valenza artistica ci sia nel territorio di Ragusa. Si valorizza e si fa conoscere il castello e, con esso, gli artisti del nostro territorio. Personalmente, ho molto apprezzato i contenuti e anche l’atmosfera che attorno a questa manifestazione si è creata. Amedeo Fusco, nei panni del “padrone di casa”, accoglie gli spettatori, guida ogni momento conducendoli nei vari ambienti del castello, è il vero collante di tutta la manifestazione”.

Ogni ciclo di spettacolo avrà una durata di circa un’ora. Orario: 21 – 01. (ticket: 6,00 €).

 

Info e contatti

https://www.facebook.com/groups/nottialcastello/