Haylie Pomroy è una super-esperta di metabolismo. Se le diete non funzionano più, è lei la donna a cui rivolgersi. In tanti l’hanno cercata: stelle del cinema, personaggi televisivi e atleti. Pure il sultano di Dubai si è rivolto alla dottoressa Pomroy, nutrizionista amata anche da Jennifer Lopez, Reese Witherspoon, Cher, Raquel Welch e Robert Downey Jr.

Il punto di partenza è semplice e in qualche modo consolante: "La dieta cronica finisce per logorare il metabolismo. Allenando in modo opportuno il metabolismo stimolerete meccanismi che, bruciando, costruendo e riparando, vi permetteranno di ottenere il massimo dai vostri sforzi", spiega. Ci sono 10 regole per "svegliare" il metabolismo, fino ad arrivare al punto di perdere peso e stare meglio. Vediamole insieme.

1. Se è artificiale fa male
Prima di comprare un prodotto guardate l’elenco degli ingredienti: se non li conoscete tutti lasciate perdere. In particolare attenzione a zuccheri e grassi artificiali, veri killer del metabolismo.

2. Mangiare entro mezz’ora dal risveglio
Saltare la colazione è come guidare un furgone col serbatoio vuoto. E saltare un pasto è una delle cose più dannose che si possono fare al metabolismo.

3. Mangiare prima di fare attività fisica
Per chi al mattino va in palestra: mangiare mezz’ora prima di fare attività fisica. Un frutto prima dell’allenamento e poi almeno 20-30 grammi di proteine: è il mix ideale per bruciare grassi e sviluppare muscoli.

4. Tre pasti e due spuntini
Se il metabolismo è ben alimentato brucerà come deve il cibo che mangiate. Anche in questo caso è meglio un po’ di alternanza: due giorni di spuntini a base di frutta, due a base di proteine e tre a base di cibi ricchi di grassi sani (frutta secca).

5. Seguire il ritmo delle stagioni
Numerosi studi dimostrano che i processi digestivi, la produzione ormonale sono diversi a seconda delle stagioni. Consumare alimenti di stagione contribuisce a mantenere il ritmo naturale dell’organismo.

6. Trovare il tempo per cucinare
Ciò che si prepara in casa è più facile da metabolizzare. Approfittare dei weekend per pianificare i pasti e del freezer per i giorni in cui non c’è molto tempo a disposizione. Abituarsi a cucinare in quantità e mettere via per le emergenze.

7. Dire "no" ad alcuni "nemici"
Lasciare a pochi e speciali momenti alimenti come caffeina, glutine, mais, soia, zucchero, alcol e cibi conservati.

8. Bere in continuazione
La regola per non sbagliare: 30 millilitri d’acqua per ogni chilogrammo di peso corporeo. Se siete disidratati, in realtà tratterrete acqua e assumerete il classico aspetto gonfio.

9. Fare attività fisica
Fare attività fisica tre volte la settimana, alternando attività aerobica (per bruciare), esercizi con i pesi (per sviluppare il muscolo) ed esercizi curativi (massaggi).

10. Continuate ad amare il cibo
Riconoscete e rispettate le potenzialità dei nutrienti e quello che hanno a offrire. Imparate a riconoscere i cibi che vi fanno bene e quelli che vi fanno star male.