Scarichi di casa intasati? Ve ne abbiamo già parlato qui, ma di rimedi naturali ne esistono ancora. E per di più sono innocui: in altre parole, non danneggiano le tubature. Vediamo gli 8 consigli utili:

1. Acqua bollente
Bollire un litro di acqua e poi versarla in uno scarico permetterà di pulire le tubature non troppo ostruite.

2. Soda caustica
È uno dei metodi migliori per sturare uno scarico domestico. Se ne dovranno diluire 750 ml in 3 litri d’acqua fredda. Versare poi nel lavandino e lasciare agire per mezz’ora. Al termine di questa operazione, bisognerà sciacquare con acqua bollente.

3. Bicarbonato e aceto
Versate prima 130 ml di bicarbonato e poi 130 ml di aceto di vino bianco nello scarico e coprite con un tappo, di modo che la reazione chimica non fuoriesca. Versare poi altri 160 ml di aceto, coprire con il tappo e aspettare altri 20 minuti prima di risciacquare con acqua bollente. Questo metodo è consigliato per quei lavandini particolarmente sporchi e ostruiti.

4. Candeggina
La candeggina va utilizzata solo se lo scarico è collegato a una fognatura pubblica. Se ne devono versare 250 ml e bisogna lasciare agire per 10 minuti. Pulisce ed elimina i cattivi odori.

5. Sale grosso
È un metodo economico e semplice: bisogna versare nello scarico 5 cucchiai di sale grosso, 5 di bicarbonato e poi un litro di acqua bollente. Il lavandino si sturerà facilmente.

6. Sturalavandini
È il metodo classico per pulire un lavandino poco otturato, viene utilizzato spesso anche dagli idraulici ed è abbastanza efficace.

7. Detersivo per piatti
Bisogna mischiare un bicchiere di detersivo con dell’acqua calda e lasciarlo agire per una ventina di minuti. Sarà un metodo utile per eliminare i residui di cibo dagli scarichi della cucina.

8. Limone
È utilissimo soprattutto per eliminare i cattivi odori. Basterà versarne una tazza nello scarico e lasciarlo agire per qualche ora.