PALERMO – Il nucleo operativo a Tutela del Patrimonio artistico di Roma e Palermo hanno condotto insieme un’inchiesta che ha portato gli inquirenti a risolvere un caso che brancolava nel buio da parecchi anni.

Dalla Chiesa Santa Maria La Nuova a Palermo, nel 1989 era scomparsa una particolarissima fonte battesimale del 1500, di quelle che siamo soliti vedere alla destra dell’altare ed utile a benedire un nuovo fedele, quest’ultimo pronto a muovere i primi passi, nella comunità cattolica.

La sua bellezza aveva letteralmente stravolto l’ideatore del furto, che “in qualche modo” era riuscita a farla sparire. I Carabinieri hanno condotto, negli anni, le indagini destinati al ritrovamento di quella fonte battesimale del 1500, che pareva scomparsa nel nulla.

Ieri il ritrovamento presso la Villa di un noto Antiquario di Forte dei Marmi che aveva destinato l’oggetto pregiato, al salotto di casa, per dare quell’impronta in più alla sua passione. L’uomo è stato denunciato per ricettazione.

 

(L'immagine è puramente illustrativa)