VITTORIA (RG) – Sapeva che il figlio di 16 anni stava andando a comprare dell'hashish e ha deciso di non rimanere con le mani in mano: dopo aver avvertito la polizia, è intervenuto per bloccarlo con la droga ancora in mano. L'episodio è accaduto a Ragusa, dove gli agenti hanno arrestato un tunisino di 36 anni, Walid Sai.

Il padre del giovane aveva capito che il figlio stava andando ad acquistare una canna e aveva subito chiamato il commissariato di Vittoria, spiegando i dettagli del luogo e descrivendo le persone. Gli agenti si sono recati nei pressi di piazza Daniele Manin e hanno assistito alla cessione della droga in cambio di denaro: hanno bloccato l'extracomunitario e fermato il sedicenne, che aveva in mano l'involucro con un grammo di hashish.

Il tunisino è stato perquisito e trovato in possesso dei soldi appena ricevuti dall'acquirente: l'extracomunitario, senza documenti né permesso di soggiorno, aveva già a suo carico denunce per reati contro la persona e il patrimonio a Padova, Napoli e Gela. È stato rinchiuso nella casa circondariale di Ragusa.