Sulle pagine dei giornali si parla anche della sanità che funziona: un uomo di oltre 90 anni di Canicattì è stato salvato dall'equipe medica dell'ospedale "Barone Lombardo", che lo ha sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per una grave patologia addominale. L'uomo ha superato brillantemente l'operazione, grazie ad una tecnica anestesiologica decisa dell'anestesista, Mauro Granata: così sono stati evitati eventuali gravi rischi per il paziente. 

L'uomo, che ha 93 anni, è stato ricoverato la scorsa settimana per un problema addominale: gli accertamenti hanno rivelato la necessità di un delicato intervento di chirurgia addominale maggiore. Il quadro clinico e l'età rendevano tutto più complicato, soprattutto in relazione all'anestesia generale. I familiari dell'anziano, messi di fronte alla scelta di firmare le dimissioni e riportare a casa l'anziano o affidarsi ai medici, hanno scelto di affidarsi agli specialisti. 

All'uomo è stata praticata un'anestesia epidurale continua, somministrandogli l'anestetico attraverso un catetere posizionato nello spazio epidurale: in questo modo è rimasto cosciente durante l'operazione, effettuata dall'equipe guidata dal primario Vincenzo Scudera. È stato evitato che si potessero deprimere gli organi vitali del paziente. Il decorso postoperatorio è andato benissimo e l'anziano verrà dimesso a giorni. I familiari hanno inviato una lettera di encomio all'ospedale.