A salvare il piccolo Samuele è stato probabilmente l'abbraccio della nonna: c'era anche lui a bordo di uno due treni che si scontrati ieri in Puglia ed è stato trovato in braccio alla donna, che è deceduta. Oggi, il bimbo ha compiuto 7 anni: Samuele si trova nell'ospedale di Andria, dove è ricoverato in buone condizioni. Il capo dipartimento Salute della Regione Puglia, Giovanni Gorgoni, ha spiegato oggi ai cronisti che "il piccolo Samuele è in buone condizioni: rimane la prognosi riservata – ha sottolineato – più per prassi medico legale che per altri motivi".

"Ha solo un po' di febbricola – ha aggiunto – legata alle infezioni da corpi estranei, come le schegge. Ma non ha fratture o quant'altro". Il bimbo non sa ancora che sua nonna è morta. Adesso si trova con la madre ed è tenuto sotto osservazione anche dal punto di vista psichiatrico. Per quanto riguarda il suo stato d'animo, Samuele è "agitato come potrebbe esserlo qualunque altro bambino di 7 anni che col caldo che fa è costretto a stare in una stanza di ospedale che non è il posto migliore e più ospitale per un bambino".

Foto: Ansa