I carabinieri dei Nas di Catania e Ragusa hanno sequestrato, in collaborazione con i carabinieri del Noe di Catania, circa 5 tonnellate di carne equina a Rosolini (Siracusa). La carne, sia fresca che congelata abusivamente, era pronta per essere immessa sul mercato, con una bollatura sanitaria contraffatta. Nel corso della perquisizione sono stati trovati i timbri falsi, che venivano utilizzati per simulare i sigilli apposti dai veterinari delle aziende sanitarie all'interno dei mattatoi, per attestare la salubrità degli animali macellati e l'idoneità delle carni al consumo umano.

Gli equini venivano macellati in una azienda agricola, all'interno di un vero e proprio mattatoio clandestino: qui i militari hanno sorpreso un pregiudicato intento a macellare un equino di sospetta provenienza, in ambienti e con attrezzature in pessime condizioni igieniche. In un'azienda confinante è stato inoltre scoperto un intero allevamento abusivo, con 40 equini di origine sconosciuta. Le due aziende e i prodotti di carne sono stati sequetrati, per un valore complessivo di oltre un milione di euro. I proprietari sono stati denunciati.