24757_379954539504_3838302_nPolizzi Generosa è uno dei paesi più antichi delle Madonie, fu fondata dai Normanni e fu chiamata generosa da Federico II che nel 1234 fu colpito dall’ospitalità dei polizzani durante un suo trasferimento da Palermo. La Chiesa madre ospita uno dei gioielli più preziosi della Sicilia: il trittico fiammingo di autore ignoto del XV secolo.
ma al di là di queste brevi anche se fondamentali informazioni storiche, a me diverte sempre moltissimo andare a Polizzi perché la sua specialità è un dolce strepitoso che io trovo strepitoso: lo sfoglio, una specialità rara, che si può trovare esclusivamente a Polizzi.
E' un dolce straordinario fatto con una sfoglia di pasta frolla, appunto, ripiena di un formaggio fresco che da noi si chiama: tuma ed è fatta con il latte di pecora. Il formaggio viene fatto "stagionare" un paio di giorni in modo che si raffermi e poi viene mescolato con lo zucchero, la cioccolata e la cannella e avvolto nella pasta frolla.
Il dolce fu inventato nel Seicento dalle monache benedettine del Monastero di Santa Margherita, ma la fama della sua bonta' conquistò ben presto tutta l'isola.

Dal 31 agosto al 2 settembre si celebra la sagra dello sfoglio. 

Ricetta dello sfoglio

Pasta 1 Kg. di farina 350 gr. di sugna 350 gr. di zucchero 50 gr. di zucchero a velo 10 tuorli d'uova ripieno1 Kg. di formaggio fresco (tuma) 600 gr. di zucchero 25 gr. di cannella 10 albumi d'uova 50 gr. di zuccata cioccolato fondente a piacere
ripieno:
Grattugiate il formaggio, aggiungete gli albumi d'uova sbattuti con lo zucchero, la cannella, il cioccolato e la zuccata tagliata a pezzetti; amalgamate bene il tutto e ponete da parte.

Pasta:
Disponete la farina a conca, aggiungetevi la sugna e impastate bene con le mani, unitevi lo zucchero e i tuorli d'uova. Lavorate bene la pasta e, se dovesse risultare dura, mettete poca acqua. Spianate e fate una sfoglia di un centimetro di spessore e con essa foderate il fondo e le pareti di una teglia unta di sugna e infarinata. Versatevi il ripieno (non troppo alto perché nel forno gonfia), ricoprite con un'altra sfoglia, chiudete bene i bordi e infornate a calore vivo per circa 1 ora.
Quando è pronto cospargetevi lo zucchero a velo e lasciate raffreddare per un giorno intero.

Inviata da Simona Di Fiore