Dalle macerie del ponte Morandi, nasce l'amore. Una casalinga di origini catanesi di 83 anni, Graziella Pistorio, e un ex carpentiere specializzato, Pasquale Ranieri, 86 anni, non si sono più persi di vista da quel drammatico momento in cui hanno dovuto abbandonare le loro case. I due si conoscevano già, erano vicini di casa al numero civico 9 di via Porro.

Quando si sono ritrovati senza un tetto sulla testa, hanno pensato che in due sarebbe stato più facile, si sentono più forti e ora stanno insieme. Pasquale, di origini napoletane, è vedovo. Graziella, nata a Catania, abitava in quella casa da 46 anni.

I due sono nello stesso albergo, nell'attesa di un'abitazione:  "Veramente – spiega a La Repubblica Pasquale – ne ho trovata una tramite un'agenzia. Ho dato anche un bell'anticipo, in pratica i miei risparmi, ma per ora non ci hanno fatto entrare con la scusa che il proprietario deve fare dei lavori. Ho anche l'impressione che qui a Sampierdarena ci marcino: con la scusa del ponte hanno aumentato i prezzi degli affitti. Noi siamo gli sconfitti".