Jessica Cole, studentessa inglese di psicologia della Lincoln University, ci ha messo l'idea e tanta buona volontà per concludere quello che tutti sanno istintivamente: se non mangi ti senti male. La giovane ha deciso infatti di fare un esperimento: nutrirsi per una settimana di sole tazze di tè per vedere quale sarebbe stata la reazione del suo organismo.

La giovane ha raccontato che con il passare dei giorni si sentiva sempre più stanca e accusava uno stordimento crescente causato probabilmente sia dalla debilitazione fisica che dalla concentrazione di caffeina. La studentessa ha consumato sessanta tazze di infuso, laddove ogni porzione contiene in media 75 mg di caffeina. Tuttavia ciò che ha realmente debilitato la giovane è l'assenza di cibo.

Jessica Cole ha spiegato al Mirror che "era davvero noioso bere giorno dopo giorno sempre la stessa cosa; penso di non aver mai desiderato tanto in vita mia un semplice bicchiere d'acqua". Alla fine della settimana di "test", la giovane ha riferito di sentirsi "nauseata", nonché "prosciugata, davvero stanca e fiacca". In altre parole, non è fantascientifico definire "folle" o "pericoloso" l'esperimento di questa ragazza: nessun effetto positivo sull'organismo e solo tanti, tanti problemi. Meno male che si è fermata in tempo.