Si oppone all'intervento della madre ottantenne e al chirurgo non rimane altro da fare che chiamare i carabinieri. L'episodio è avvenuto all'ospedale Maggiore di Modica, dove  qualche giorno fa a una donna di Scicli era stata diagnosticata una forma acuta di peritonite biliare.

La gravità delle condizioni imponeva un'operazione urgente, ma il figlio ha stoppato l'ingresso in sala operatoria, mostrando scetticismo e vietando al chirurgo di intervenire senza autorizzazione.

I sintomi della paziente, tuttavia, avevano delineato il pericolo di vita: in corsia sono voltate parole grosse tra il chirurgo e il figlio e alla fine il medico ha chiamato i carabinieri. Dopo l'intervento dei militari l'equipe medica ha potuto salvare la vita alla donna, che è tornata a casa fuori pericolo dopo qualche alcuni giorni di degenza.