Una donna romena di 30 anni si è presentata questa notte, intorno alle ore 2.30, al pronto soccorso dell'ospedale di Canicattì (Agrigento), portando con sé un feto alla 27esima settimana, tenuto dentro un sacchetto di plastica. La trentenne ha raccontato di aver abortito in maniera naturale, mentre era da sola. Il marito, secondo quanto ha spiegato, si trova al momento in Romania.

Il personale dell'ospedale ha avvertito i carabinieri e ricoverato la donna in corsia. Il feto è stato portato nella sala mortuaria dell'ospedale, in attesa delle decisioni dell'autorità giudiziaria.