ImmagineSuperata Caltagirone e proseguendo sulla SS124, dopo pochi chilometri si giunge ad un bivio che  attraverso una successiva strada provinciale,  vi porterà a Granieri.  Siamo nei pressi della riserva di Bosco San Pietro a circa 350 metri slm proprio in territorio di Caltagirone in un posto veramente unico benedetto da madre natura che a questo luogo ha regalato una terra fertile e generosa.  Granieri è un antico borgo sorto sul finire del 1800 nell’omonimo feudo che Antonino Silvestri aveva in gran parte acquisito nel 1869 e nel quale ancora oggi insiste una vecchia masseria castello che dalla stessa famiglia prende il nome. La zona è particolarmente adatta alla coltivazione della vite, siamo infatti a pochi chilometri da Mazzarrone località che tutti conosciamo per la sua famosa uva da tavola. Borgo Granieri assume un aspetto  suggestivo proprio in estate, una vera tavolozza di colori in cui il bruno della terra ancor più si esalta in contrasto con il lussureggiante e delicato manto verde delle grandi estensioni di vigneti che da queste parti veramente si perdono a vista d’occhio. Nel territorio non mancano anche antichi uliveti, pescheti ed agrumeti, e nel visitarlo vi sembrerà di immergervi nella suggestiva atmosfera del “Sabato del Villaggio”. Avrete modo di apprezzare la semplicità e l’ospitalità degli abitanti (circa 400) e qui, nonostante ci si trovi in territorio calatino, troverete tradizioni e  dialetto tipico del ragusano  da cui la maggior parte degli stessi anticamente provenivano.  Borgo Granieri quindi, un luogo da visitare e da vivere, un luogo “nascosto” nello splendido entroterra della nostra stupenda isola.